Come illuminare casa – illuminazione a zone

Come illuminare casa – illuminazione a zone

Scelta della luce in base alla zona della casa.

Ogni singola zona di casa è pensata per accogliere determinate funzioni. Allo stesso modo ogni tipologia di luce è maggiormente indicata per illuminare una zona piuttosto che un’altra. 

Pensiamo semplicemente alle attività che svolgiamo in un determinato punto di casa nostra: in soggiorno tendiamo a rilassarci sul divano, guardare la TV o parlare con i nostri ospiti; in bagno ci rilassiamo facendo la doccia e ci sistemiamo davanti allo specchio; in camera da letto leggiamo un libro prima di andare a dormire e selezioniamo dall’armadio i vestiti da indossare ecc.

Ecco, ad ognuna di queste funzioni corrisponde una luce più adatta di un’altra.

E’ sufficiente pensare che laddove si ha bisogno di rimanere concentrati, studiare o lavorare si avrà bisogno di una luce brillante, che non affatichi gli occhi, mentre laddove ci si vuole rilassare la luce dovrà essere più tenue.

Sarà quindi importantissimo, se possibile, ad esempio nel caso in cui si debba ristrutturare casa, pensare all’illuminazione insieme al progetto di arredo/architettonico. In questo modo si potrà posizionare al meglio, ed in alcuni casi anche nascondere, quante più parti possibili dell’impianto elettrico come prese ed interruttori (evitando così di avere quelle anestetiche ciabatte in giro per casa).

Ecco, ma quindi come si fa a capire che tipologia di lampadina scegliere?

Bisogna tenere in considerazione principalmente 2 aspetti: il colore della luce(link) e la funzione che svolgo in quel punto della stanza, per capire se scegliere un apparecchio luminoso che crei luce diretta o diffusa.

Andiamo quindi ad analizzare insieme le varie tipologie di illuminazione in base alle stanze.

flos store

Ingresso

L’ingresso è la prima zona in cui si accolgono gli ospiti o in cui ci si trova una volta varcata la soglia. Qui non si ha necessità di avere una luce troppo forte ma al contrario è importante creare fin dall’inizio una sensazione di accoglienza e comfort. Per questo motivo saranno da preferire delle lampadine dalla luce calda.

Zona giorno

Passiamo ora al soggiorno ed alla cucina, oggi sempre più spesso concentrati in un unico ambiente. La zona cucina dovrà essere illuminata in modo diverso rispetto, ad esempio, al tavolo da pranzo o alla zona divano.

Cucina

In cucina la parte a cui prestare maggiormente attenzione è indubbiamente il piano di lavoro che dev’essere ben illuminato con una luce neutra e diretta. Sconsigliamo infatti di illuminarlo solo con la luce diffusa principale della stanza perché non sarà sufficiente e chi cucina farà ombra sul top. Qui si potranno applicare o delle luci led dai pensili o progettare una veletta in cartongesso con faretti diretti sul piano. Se è presenti un’isola o penisola i punti possono essere a sospensione o faretti, ma anche qui, sempre con luce neutra.

Casa Baldoria 8

Soggiorno

Per il soggiorno è importante illuminare il punto principale ovvero il tavolo con una luce diretta calda e perché no, sospesa. Attenzione però che le lampade a sospensione sopra il tavolo da pranzo non devono essere troppo basse altrimenti si rischia di creare un’interferenza visiva tra i commensali o delle zone d’ombra.

Sempre in soggiorno un altro punto focale è la zona divano-televisione. Guardare la TV al buio completo è un’abitudine molto frequente ma altrettanto sbagliata. La luce dello schermo affatica notevolmente gli occhi. Per questo motivo bisognerebbe illuminare la parete della tv in modo molto soft con una luce calda possibilmente dimmerabile.

DoppiaQ in2 studio

Zona notte

Per la zona notte, che generalmente viene sfruttata durante le ore serali, cerchiamo di concentrare i punti luminosi su 3 elementi principali della camera da letto: comodini, armadio e specchio (se presente). Per specchio ed armadio consigliamo delle luci dirette neutre mentre per i comodini può andare bene una luce calda. Per il resto della stanza basterà una luce calda diffusa.

Bagno

Discorso simile può essere fatto per il bagno collocando una luce diffusa neutra al centro della stanza ed in corrispondenza dello specchio un punto altro punto luce integrato, sopra o a lato di questo. In questa stanza, fatta eccezione per la doccia dove possiamo optare per un faretto con luce calda, la luce deve essere neutra. Con questo tipo di illuminazione sarà più semplice effettuare con precisione tutte le fasi di cura della persona e del make-up.

Ricordati sempre che una casa mal illuminata è una casa poco valorizzata!

Ora non ti resta che scegliere che lampada utilizzare. Seguici per scoprire la prossima settimana la nostra selezione di lampade preferite.

Se non ti senti sicuro ed hai bisogno di una consulenza non esitare a contattarci.

Vuoi calcolare la potenza giusta per illuminare correttamente la tua stanza?

compila il form qui sotto, e scarica gratuitamente la tabella per l’illuminazione di in2!

La tabella è molto semplice da utilizzare e si presenterà come la vedi qui sotto. Ti basterà inserire pochi dati relativi alla tua stanza e alle lampadine per ottenere il risultato 🙂

tabella illuminazione by in2 studio
tabella illuminazione by in2 studio

Non preoccuparti, anche noi odiamo avere la casella email intasata di newsletter! Ti scriveremo solo se necessario 🙂

4 Aprile 20201

Add Comment